Auto cinesi pronte a invaderci: lezione alle Case europee

di Salvatore  Saladino, Country Manager di Dataforce Italia

Le scelte di chi oggi acquista un’auto non sono cambiate rispetto a prima. Il grosso delle vendite è sempre stato fatto da vetture di prezzo accessibile e con buoni contenuti di prodotto e immagine. Il problema è che stiamo  in una fase temporanea nella quale di questi prodotti se ne trovano ben pochi. La transizione imposta  dai decisori europei è la scusa perfetta affinché le Case auto realizzino una eccellente politica del  margine, a discapito dei volumi, del rinnovo del parco circolante e delle migliaia di persone che  perderanno il lavoro.

Se prima ero preoccupato che, dietro a una falsa bandiera ecologista, l’eccellenza tecnologica automobilistica europea venisse smantellata regalando alla Cina il futuro dominio della filiera, adesso l’invasione dei produttori cinesi è solo questione di tempo e, vista la  scarsa considerazione che le Case auto stanno dimostrando verso la filosofia dietro la quale sono  nate (citando Henry Ford: “C’è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia  diventano per tutti”), che ben vengano questi nuovi marchi a far progresso vendendo auto elettriche al prezzo che meritano.

 

Archivio Articoli