Solo auto elettriche: decisione ipocrita e poco utile

di Paolo Arrigoni, responsabile Dipartimento energia della Lega

Il via libera del Parlamento europeo alla proposta della Commissione UE di mettere al bando dal 2035 le auto a combustione interna in nome di una presunta sostenibilità è profondamente sbagliato, ideologico e mette a rischio imprese, lavoratori e famiglie. Consentire la vendita delle sole auto elettriche non rappresenta solo uno stop ai mezzi a benzina e gasolio, ma anche ai biocarburanti immediatamente disponibili per decarbonizzare e ai nuovi carburanti non fossili.

Significa violentare il principio della neutralità tecnologica, demolire la filiera dell’automotive italiana con la perdita di decine di migliaia di posti di lavoro, significa consegnarci mani e piedi alla Cina e, paradossalmente, contribuire ben poco alla tutela dell’ambiente, vista l’ipocrisia di non considerare per il calcolo delle emissioni il ciclo di vita del mezzo.

Archivio Articoli