VTM 2022: automotive e trasporti al centro della convention

di Luca Talotta

Oltre 300 aziende, 136 divisioni acquisti & R&D rappresentate da 210 buyer e 3.500 appuntamenti B2B, questi alcuni numeri dell’edizione 2022 di VTM (Vehicle & Transportation Technology Innovation Meetings), l’unica business convention (in Italia) dedicata all’industria automotive e dei trasporti andata in scena a Torino. Un evento che – grazie all’organizzazione – ho avuto il piacere di poter moderare dal palco delle Officine Grandi Riparazione, luogo storico del capoluogo piemontese, con ospiti di altissimo livello quali Giancarlo Giorgetti, ministro dello Sviluppo economico, che ho anche intervistato, ed esponenti internazionali del calibro di Anne-Lise Richard, Head of Global e-Mobility di Stellantis. Nel corso del meeting sono state anche premiate le startup vincitrici del contest ideato da VTM del 2020 e che per la pandemia non avevano ritirato il riconoscimento. Senza dimenticare la premiazione dei vincitori di 5GMETA Hackathon organizzato da LIFTT in collaborazione con VTM.

 

Confronto su competenze e innovazioni

Una piacevole mattinata dicevo, tutta dedicata all’industria automotive e dei trasporti promossa da Regione Piemonte e Camera di commercio di Torino, dove in qualità di sponsor, sono tornati a VTM 2022 grandi imprese internazionali (AVL, BOSCH, Continental Engineering Services, CSI, Denso Italy, FEV, ITT, Keysight, Sabelt, Texa, Vishay), e prestigiosi brand come Accenture, Blue engineering, Capgemini Engineering, Daca-I, Grape Up, Punch Torino, Segula. Industrial partner dell’evento: Stellantis. L’edizione 2022 di VTM è stata un’occasione di business, di confronto su competenze, innovazioni e tematiche di maggiore rilievo e attualità: dalla digitalizzazione dei processi all’elettrificazione dei veicoli e batterie, idrogeno e sistemi di propulsione innovativi, software defined vehicles, sistemi ADAS e guida autonoma, connettività e Big Data, micromobilità e nuovi modelli di mobilità sostenibile e smart.

 

Stellantis ribadisce la centralità di Torino

“Registriamo ottime notizie per la Torino dell’automotive: l’incontro con Stellantis ha ribadito la centralità della nostra città non solo in ambito produttivo, ma anche ingegneristico e di progettazione”, sottolinea Dario Gallina, Presidente della Camera di commercio di Torino. “La nuova edizione di VTM – prosegue Gallina – ha numeri in netta crescita: aumentano le aziende presenti, superando quota 300 (+15% rispetto al 2018), si triplicano i buyer, crescono i B2B meetings (oltre 3.500). È la conferma di un lavoro di insieme, realizzato con istituzioni, aziende e atenei, che va nella direzione giusta per riaffermare un ruolo internazionale strategico e innovativo in un mercato in rapidissimo cambiamento”.

 

I vincitori del contest di VTM 2020

Anche per questa edizione, si conferma uno spazio dedicato alle start up innovative, che vede la presenza di 25 realtà che propongono soluzioni sui temi della sicurezza, smart mobility, intelligenza artificiale, micromobilità e molto altro ancora. Tra queste le vincitrici del contest di VTM 2020, premiate in questa edizione dall’assessore regionale all’Innovazione e Ricerca Matteo Marnati: Drivesec, Lifetouch, Jungo Connectivity (Israele), FLAG MS e 3 WINDY. Fra le altre: Beond, REEFILLA, NGV Powertrain, Veicoli Srl, TO.TEM, 2Electron, Walle, presenti quest’anno grazie all’Agenzia ICE (Italian Trade Agency).

 

Hackathon 5GMETA: chi ha prevalso nella sfida

Infine, tra le prestigiose conferenze e i tavoli B2B, a segnare la mattina di VTM è stata la premiazione dei vincitori del 5GMETA Hackathon, maratona di 24 ore (partita il 29 marzo) che ha messo al centro i volumi di dati generati dai veicoli e la loro applicazione nella mobilità connessa e automatizzata. Una sfida importante nell’ambito di “5GMETA”, progetto europeo H2020 con l’obiettivo di potenziare l’ecosistema della smart mobility. I partecipanti all’hackathon, organizzato da LIFTT in collaborazione con VTM, si sono cimentati in tre sfide: sicurezza stradale, mobilità dei veicoli, servizi dedicati agli individui. Per i tre team che hanno sviluppato le migliori idee e business case, un premio di 5.000 euro. Inoltre, al termine della premiazione il Ceo di LIFTT, Giovanni Tesoriere, e il presidente di Cepiemonte, Dario Peirone, hanno firmato un accordo di partnership che vedrà il Venture Capital guidato dallo scienziato Stefano Buono e Ceipiemonte sempre più affiancati nel percorso di valorizzazione del territorio e nella promozione delle sue imprese innovative sui mercati internazionali.

Archivio Articoli