Verso fine 2023: avanzeranno 550 milioni di incentivi

di Roberto Vavassori, presidente di ANFIA

Anche il penultimo mese dell’anno si è chiuso con immatricolazioni in crescita per  il mercato auto italiano (+16,2%). Si conferma, quindi, il trend positivo del cumulato gennaio-novembre rispetto all’anno  precedente, ferma restando la significativa distanza rispetto ai volumi pre-pandemia (-18% su gennaio-novembre 2019). 

Entrando nell’ultimo mese del 2023, possiamo ormai ragionevolmente confermare che la chiusura del mercato auto italiano si attesterà a circa 1.580.000 immatricolazioni  complessive (+20% circa rispetto al 2022). 

Con la fine dell’anno, il consuntivo dell’ecobonus auto 2023 mostra un avanzo di circa 300 milioni di euro, che, peraltro, si somma ai 250 milioni restanti dall’ecobonus 2022 e non ancora riallocati. Segno che gli incentivi all’acquisto delle vetture green, previsti  anche per il 2024, vanno rimodulati e resi più attrattivi per i consumatori, in modo che  le loro scelte si orientino gradualmente nella stessa direzione degli obiettivi di  decarbonizzazione della mobilità che l’UE ha fissato.

Recommended Posts