UNRAE: assegnate le borse di studio annuali

Incentivi: il ritardo danneggia, "price cap" da rivedere

UNRAE ha assegnato le borse di studio della 23a edizione del premio riservato a tesi di laurea discusse nell’anno 2022-2023 su temi legati all’automotive. Sono stati premiati i lavori di cinque neolaureati, due provenienti dalla Sapienza di Roma, altri due dalle facoltà di Economia e Marketing dell’Università di Torino e della Luiss di Roma, il quinto da Scienze della Comunicazione della Statale di Milano. Quattro premiati si sono laureati con il massimo voto 110/110 e tre di questi hanno raggiunto anche la lode.

 

La statistica di genere vede prevalere le neolaureate con tre borse di studio su cinque, che portano al 36% la quota rosa sui 195 premiati nelle 23 edizioni delle borse di studio UNRAE. Tutti puntati sull’attualità gli argomenti delle tesi vincitrici: “Uno studio sul fenomeno del car sharing peer-to-per”; “Analisi dei trend di mercato dei veicoli elettrici e E-car sharing”; “La politica di CSR implementata nell’industria dell’automotive e il suo impatto nella performance finanziaria” (tesi redatta e discussa in lingua inglese); “La sentiment analysis nelle strategie di marketing del settore automobilistico”; “La customer journey nell’automotive: perché posticipare la scelta di un’auto elettrica?”.

 

Nella prossima edizione verranno selezionate le tesi dei laureati discusse dal 1° ottobre 2023 al 31 luglio 2024, che saranno premiate con una borsa di studio di 1.200 euro e un eventuale stage lavorativo di 6 mesi presso una delle Case automobilistiche associate a UNRAE. Inoltre, è prevista l’opportunità di partecipare gratuitamente al Master in Marketing Automotive promosso dall’Editoriale Domus e dalla testata specializzata “Quattroruote”.

 

Per la prossima edizione viene anche confermato il premio speciale permanente attribuito a una tesi storica s UNRAE, l’Associazione fondata nel 1950 in rappresentanza delle Case automobilistiche estere presenti in Italia, che coprono i 2/3 del mercato nazionale. Il presidente di UNRAE, Michele Crisci, ha così commentato l’assegnazione dei premi: “E’ con orgoglio, e con ammirazione verso gli studenti premiati, che anche quest’anno assegniamo le borse di studio alle tesi di laurea sui temi legati all’automotive. UNRAE, anche con questa iniziativa, vuole sottolineare il proprio impegno per sostenere e far crescere uno dei settori che hanno contribuito allo sviluppo industriale del Paese. Ai giovani laureati auguriamo un futuro professionale ricco di soddisfazioni, nel comparto che con le loro tesi hanno mostrato di apprezzare”.

 

Di seguito i laureati vincitori: Valeria Eni (110/110 e lode), Università Statale Milano; Davide Infantino (110/110 e lode), La Sapienza Roma; Jasmine Peano (106/110), Università di Torino; Roberto Polidoro (110/110 e lode), LUISS Guido Carli Roma; Valeria Portoghese (110/110) Unitelma Sapienza Roma.

Recommended Posts