Rimorchi e semirimorchi: un Fondo pluriennale per mezzi più efficienti

Rimorchi e semirimorchi

di Michele Mastagni, coordinatore del gruppo rimorchi, semirimorchi e allestimenti di Unrae

Nonostante il dato mensile delle immatricolazioni di novembre di rimorchi e semirimorchi risulti positivo, il mercato ha sofferto per gran parte dell’anno di una domanda in calo e una perdita consistente di volumi rispetto al 2022. Si prospetta, dunque, una chiusura di esercizio al ribasso per il nostro settore e un inizio del 2024 ancora in negativo.

In chiusura di 2023, vista l’imminente votazione sulla Legge di Bilancio in Parlamento, ci appelliamo alle Istituzioni in modo che il settore dell’autotrasporto possa essere tenuto nella considerazione che merita e siano adottate misure a sostegno delle imprese di trasporto merci che si sono trovate nel 2023 a fronteggiare un mai così elevato costo dei finanziamenti e un conseguente ritardo negli investimenti per il rinnovo delle flotte.

Al Governo si chiede di dare concretezza alle parole spese finora e valutare l’istituzione di un Fondo pluriennale dedicato all’acquisto di veicoli trainati efficienti di ultima generazione, a vantaggio della sicurezza sulle strade italiane.

Foto di Mitchell Luo su Unsplash

Recommended Posts