Pininfarina: i primi 50 anni della “Galleria del vento”

Pininfarina ha festeggiato mezzo secolo di eccellenza nella ricerca aerodinamica ed aeroacustica. Compie, infatti, 50 anni, la prima “Galleria del vento” in Italia per l’effettuazione di test su vetture in scala 1:1, una delle soltanto sette presenti nel mondo. La galleria, inaugurata da Sergio Pininfarina nel 1972 a Grugliasco, alle porte del capoluogo piemontese, inizialmente  era stata pensata come mezzo per migliorare le prestazioni dei veicoli in termini di velocità massima e maneggevolezza.

 

Più tardi, tuttavia,  a causa della crisi energetica del 1973, ha assunto un ruolo diverso venendo utilizzata per ridurre i consumi studiando le caratteristiche aerodinamiche dei veicoli e l’avvento della mobilità elettrica, l’ha resa ancora più determinante nella ricerca di incremento dell’autonomia e del comfort interno. La Galleria  del vento Pininfarina è anche una delle poche gallerie del vento al mondo ad avere un sistema di generazione di turbolenza in grado di creare diverse condizioni di turbolenza controllata, associate a raffiche di vento, manovra di sorpasso, vento laterale e automobili in scia.il sistema di simulazione dell’effetto suolo, invece, permette di riprodurre più fedelmente le reali condizioni di movimento del veicolo

 

“La Galleria del vento – commenta l’ad di Pininfarina, Silvio Angori – ha dato alla nostra azienda un vantaggio competitivo considerevole essendo l’unica società di design ad esserne dotata. Nata come strumento con cui Pininfarina sviluppava i propri prodotti, oggi è diventata un asset strategico del gruppo ampliando la gamma di servizi offerti al mercato: un’attività che supporta altri settori oltre a quello dell’automotive, dai trasporti all’architettura, dalla nautica al design industriale”.

Archivio Articoli