Iveco Bus: ottimo segnale voler tornare a produrre in Italia

Paolo Scudieri, Anfia

di Paolo Scudieri, presidente di ANFIA

 

È un’ottima notizia per tutta la filiera produttiva automotive italiana il possibile ritorno delle produzioni di
Iveco Bus in Italia. È segno che il lavoro fatto in questi anni, anche da ANFIA, per
riportare il trasporto pubblico locale al centro dell’agenda politica del Paese sta dando
i suoi frutti.

 

Il riposizionamento competitivo della filiera autobus è sempre stata una
nostra priorità e l’incremento delle produzioni nazionali di veicoli per il trasporto
collettivo a zero e a basse emissioni,
che vede impegnati tutti e tre i costruttori
italiani, è un passo importante che conferma la volontà della nostra filiera industriale
di vivere da protagonista la transizione ecologica della mobilità.


Si tratta di una scelta che, oltre a dare un’importante spinta al processo di
rinnovamento del parco circolante autobus italiano, valorizza e guarda al futuro delle
competenze ed eccellenze già esistenti sul territorio
, contribuendo alla salvaguardia
della competitività della nostra supply chain e dell’occupazione.

Archivio Articoli