Decisioni imposte dall’Ue: cui prodest?

Immatricolazioni di auto per uso noleggio: un 2023 record, oltre 14 miliardi di euro

di Pier Luigi del Viscovo, direttore di Fleet & Mobility
(da  “il Giornale” del 16/12/2022)

 

La corruzione a Bruxelles fa scalpore, ma l’incompetenza e l’autoreferenzialità ideologica fanno molti più danni. Per noi italiani, cresciuti con tangentopoli e calciopoli, è strano vedere implicati nel Qatargate i vertici di quelle istituzioni da cui spesso veniamo bacchettati. Fatto sta che non ce l’aspettavamo. Invece, avremmo dovuto ipotizzare che la competenza, seppur concorrente con gli Stati Membri, in settori importanti, dall’agricoltura alla pesca, dai trasporti all’energia, potesse dar luogo a fenomeni corruttivi.


Nella transizione energetica, ad esempio, l’Europa sta imponendo all’economia, all’industria e alla società dei limiti e dei costi assolutamente sproporzionati, alla luce della non autosufficienza nelle materie prime e nell’energia, del ritardo dell’industria nelle tecnologie avanzate e, in ultimo, del peso irrisorio delle emissioni europee sui cambiamenti climatici. Forse adesso sarà più agevole per tutti fare la domanda fatidica: cui prodest? Certe decisioni, nell’interesse di chi?


Tuttavia, è anche possibile che tante decisioni incomprensibili non siano frutto di interessi vergognosi di pochi, quanto di incompetenza e inefficienza di tanti. Ideologie scollegate dai fatti e calate in un enorme apparato burocratico, entro cui si muovono figure professionali non sempre all’altezza, ma sempre inebriate da autoreferenzialità, tipica dei contesti dove stanno insieme il potere e la distanza dalle cose reali.

Sì, la corruzione, in Italia come ovunque, fa notizia e fa arrabbiare. Ma proprio noi dovremmo sapere che al funzionamento del sistema fa più male l’incompetenza e l’arroganza del potere, e pure che c’è un filo rosso che tiene tutto insieme. Quando interi apparati possono operare senza il riscontro di un risultato apprezzabile da parte dei cittadini, allora diventa anche più facile dare ascolto alle sirene che girano con i trolley pieni di soldi.

Recommended Posts