Dallara: un mondo da ripensare, ma non in elettrico

di Roberta Pasero

 

Non c’è un limite d’età per progettare il futuro. E per dargli la forma e i colori delle proprie passioni. Non per Gianpaolo Dallara, 86 anni, l’ingegnere dei sogni a motore. A Milano Autoclassica il suo viaggio a ritroso nel tempo ha fatto rivivere fotogrammi di un film in bianco e nero attraversato dalla Topolino del medico condotto, dal “prete” per scaldare il letto, dalla Mille Miglia che accendeva il suo cuore di ragazzo.

 

Una vita centrata sulla sobrietà, l’arma vincente ancora oggi per affrontare e risolvere i problemi dell’inquinamento atmosferico. Basta demonizzare le auto, responsabili soltanto del 15% delle emissioni nocive, e largo a una visione del mondo dove tutto va ripensato e non certo in elettrico. E dove i biocarburanti consentiranno di far ruggire ancora i motori. Come le passioni.

Volvo EX90: c’è, ma sulle strade solo nel 2024

di Roberta Pasero

 

Opera d’arte? No, dettaglio scenografico per presentare Volvo EX90, l’auto che verrà. Che c’è (in studio a Stoccolma), ma a Milano non si vede se non in streaming al reveal mondiale. Perché si può ordinare da subito, verrà prodotta a Charleston, negli Stati Uniti, alla fine del 2023 e sarà sulle strade dal 2024.

 

In attesa arriveranno sul mercato altri modelli Volvo. “EX90 è per noi l’inizio di una nuova era. Un vero e proprio manifesto in fatto di sicurezza, tecnologia e design”, spiega Michele Crisci, presidente e amministratre delegato di Volvo Auto Italia. Insomma, un po’ prequel un po’ spin off.

Artissima: la Jaguar di domani. Nell’immaginazione

di Roberta Pasero

 

L’auto Jaguar del futuro non c’è però si vede. Basta immaginarla, cercarla nel caleidoscopio di colori e di suoni che la racconta a chi ha uno dei doni più preziosi: la fantasia. Troppo facile esporre la “solita” Jaguar ePace, meglio farla pensare e creare percorrendo l’installazione immersiva An alchemic experience di Anderson Tegon, allestita a Artissima, al Lingotto di Torino.

 

Le linee e i dettagli che compaiono in un mix di sensazioni guardando e camminando in un corridoio del futuro descrivono l’esclusività dell’auto Jaguar che verrà.

Roma: un amore di città. E di Ferrari

di Roberta Pasero 

Poteva una come me. che ha sempre Roma nel cuore, non fare il test drive di Ferrari Roma? Partenza dall’autodromo di Imola, nel giorno conclusivo dei Mondiali Ferrari, e poi via lungo i colli e le strade panoramiche della linea gotica.

 

Un…. “AMOR” di supercar che in modalità sempre sport risuona nelle vallate autunnali soltanto nei colori, e sprigiona emozioni racchiuse già nel suo nome.

Ferrari show a Imola/1: 296 GT3, uno sguardo vincente

di Roberta Pasero 

Alle Finali Mondiali Ferrari di Imola riflettori puntati anche su Ferrari 296 GT3, una racing car progettata per le competizoni Gran Turismo, pronta per il campionato Endurance 2023.

Tecnologia, sicurezza, ergonomia dell’abitacolo e profilo e “sguardo” che non passano inosservati. Sta già accendendo i motori in vista del debutto alla 24 ore di Daytona alla fine di gennaio del. 2023.

 

Ferrari show a Imola/2: la 499P sul tappeto rosso

di Roberta Pasero 

È entrata come una vera diva, tra gli applausi di 1.100 campioni, proprietari e appassionati del gran finale dei Mondiale Ferrari, nella serata di gala delle Finali Mondiali del Cavallino rampante, all’autodromo di Imola.

 

E a festeggiare la 499P, nuova auto Ferrari endurance che segnerà il ritorno del marchio anche nella sfida della 24 ore di Le Mans, c’era lo stato maggiore del brand, da Piero Ferrari a Benedetto Vigna e al presidente John Elkann. Che ha parlato con una certa emozione: “Siamo qui a presentare un nuovo capitolo della nostra storia. Il manifesto della determinazione Ferrari a vincere. Con 499P,  un’auto pronta a combattere per la vittoria, torniamo con umanità e umiltà nella sfida di Le Mans”.

Ferrari show a Imola/3: 30 anni indimenticabili di “Challenge”

di Roberta Pasero 

E fanno 30. Un traguardo storico, quello del campionato monomarca Ferrari, iniziato nell’autunno 1992 sulla pista del Mugello quando il Ferrari Challenge viene presentato ufficialmente, con “padrino” Jean Alesi, assieme alla vettura protagonista della serie, la 348 Challenge.

 

E anche questa edizione delle finali dei mondiali Ferrari all’autodromo Enzo e Dino Ferrari di Imola, si sono concluse con numeri record, a cominciare dai 38mila tifosi e appassionati che hanno colorato di rosso e di giallo l’autodromo nei giorni delle sfide Ferrari contro Ferrari.

Nissan X-Trail: il Suv dai “superpoteri”

di Roberta Pasero

Pronti? Via. Si parte. Tra le nebbie che ancora avviluppano il lago Bohinj, full immersion nelle strade più panoramiche della Slovenia per il test drive di Nissan X-Trail, quarta generazione del Suv da Guinness dei primati. Che oggi ritorna elettrificato e con due “superpoteri”: l’innovativo propulsore e-POWER, l’elettrico senza spina brevetto Nissan, e trazione integrale e-4ORCE che reagisce ai cambi di aderenza 10mila volte più velocemente rispetto a un 4WD meccanico tradizionale.

Due “superpoteri” da testare anche sui tornanti che portano alle vette del Triglavski narodni park. 

Citroën: l’auto “olistica” si chiama OLI

Di Roberta Pasero

 

Liberté, legalité…, sobriété. Vincent Cobée, Ceo di Citroën in Stellantis, durante la presentazione mondiale a Parigi, rivisita il motto rivoluzionario per raccontare OLI, concept car elettrica del marchio francese che s’ispira al principio dell’Enough, ovvero dell’abbastanza.

 

Leggerezza, materiali riciclati, linee verticali, un solo colore, bianco con dettagli arancioni, pezzi trasformisti e bifronti. Una AMI del segmento B. E scolpita sul bagaglio di OLI, il cui nome rimanda all’inizio della parola olistico e alla pronuncia di E di elettrico, che si trasforma in un pickup la scritta “Nothing moves us like Citroën” e il nuovo logo, citazione di quello anni Trenta. 

Pneumatici: addio “mezze stagioni”

di Roberta Pasero

Non ci son più le mezze stagioni. Non per le nuove “all season” Michelin CrossClimate 2 SUV, che, montate su Audi Q5, sorprendono nei percorsi off -oad e negli anelli che simulano le condizioni meteo estreme del Porsche Experience Center Franciacorta.
Ma anche su strada: montate per il secondo test drive su Audi Q3 si “appiccicano” ai tornanti che salgono dal lago d’Iseo fino alle nuvole basse di una giornata autunnale per metà.