Auto elettrificate e incentivi: estendere i bonus ad aziende e noleggi

di Michele Crisci, presidente di UNRAE

Nel primo semestre 2022, il 51% delle vetture a bassissime e basse emissioni fino a 60 g/km,  ono state acquistate da noleggiatori, enti e società, canali che coprono il 32% del mercato totale  delle auto: una prova evidente che l’inclusione delle persone giuridiche fra i beneficiari degli  incentivi è indispensabile per rilanciare in maniera ampia ed efficace la transizione energetica  in atto. In subordine è almeno necessario estendere gli incentivi ai privati che utilizzano il noleggio a lungo termine, una categoria di consumatori esclusa senza motivo,  attuando nei loro confronti una discriminazione senza motivo, operata in base alla modalità di approvvigionamento della vettura.

UNRAE ricorda che nel primo semestre 2022 i contratti di noleggio a lungo termine a privati hanno rappresentato una quota di circa l’11% nel mercato delle vetture con emissioni  fino a 60 g/km. Inoltre, in tema di transizione è nostro dovere insistere ancora per accelerare l’infrastrutturazione del Paese. Urge ormai un puntuale cronoprogramma  con tempi, luoghi, tipologie di colonnine da installare e chiara indicazione dei soggetti  incaricati di effettuare gli investimenti. E servono misure volte a incentivare la diffusione di  infrastrutture di ricarica privata.

 

Archivio Articoli